Teatro: “Rojo”
												array(16) {
  ["_yst_is_cornerstone"]=>
  array(1) {
    [0]=>
    string(0) ""
  }
  ["_alp_processed"]=>
  array(1) {
    [0]=>
    string(10) "1546883014"
  }
  ["kle-featured-event"]=>
  array(1) {
    [0]=>
    string(1) "0"
  }
  ["_kle-featured-event"]=>
  array(1) {
    [0]=>
    string(19) "field_59ee01cf12c08"
  }
  ["_wpml_media_duplicate"]=>
  array(1) {
    [0]=>
    string(1) "1"
  }
  ["_wpml_media_featured"]=>
  array(1) {
    [0]=>
    string(1) "1"
  }
  ["_thumbnail_id"]=>
  array(1) {
    [0]=>
    string(6) "234096"
  }
  ["_edit_lock"]=>
  array(1) {
    [0]=>
    string(13) "1546883155:11"
  }
  ["_edit_last"]=>
  array(1) {
    [0]=>
    string(2) "11"
  }
  ["_yoast_wpseo_content_score"]=>
  array(1) {
    [0]=>
    string(2) "30"
  }
  ["_wp_old_slug"]=>
  array(1) {
    [0]=>
    string(12) "theater-rojo"
  }
  ["_yoast_wpseo_primary_event-category"]=>
  array(1) {
    [0]=>
    string(0) ""
  }
  ["_yoast_wpseo_primary_location"]=>
  array(1) {
    [0]=>
    string(0) ""
  }
  ["wpcf-kle-date-from"]=>
  array(1) {
    [0]=>
    string(10) "1550350800"
  }
  ["wpcf-kle-date-to"]=>
  array(1) {
    [0]=>
    string(10) "1550433600"
  }
  ["_qode-like"]=>
  array(1) {
    [0]=>
    string(1) "0"
  }
}
											

Teatro: “Rojo”
Regia: Juan Echanove
Protagonisti: Juan Echanove e Ricardo Gómez

Mark Rothko, uno dei grandi rappresentanti del cosiddetto espressionismo astratto, affronta quella che potrebbe essere la sua più grande sfida professionale e il suo peggiore dilemma etico: dipingere una serie di murales, straordinariamente ben pagati, che dovranno decorare l’elitario Four Seasons ristorante a New York. È l’inizio della decadenza, ma il tempestoso creatore rifiuta di accettare che un nuovo movimento, la Pop Art, non vede l’ora di calpestare la sua eredità come la sua generazione ha fatto con i cubisti che l’hanno preceduta. Sotto lo sguardo incisivo della sua giovane assistente e le parole pungenti come freccette, Rothko dipinge un ritratto preciso della sua visione dell’arte, della vita e della morte che non ha voluto aspettare

Sabato 16 – 21.00
Domenica 17:00 – 20:00